Top

Suoni e rumori d’estate: la vita che esce dalle finestre aperte

finestra

Suoni e rumori d’estate: la vita che esce dalle finestre aperte

Oggi comincia l’estate. Solstizio, il giorno più lungo dell’anno. In India è la giornata mondiale dello yoga. Noi abbiamo papa Francesco in Piazza Vittorio.

La cosa che mi piace di più dell’estate è l’inizio, prima del caldo che brucia, prima delle fine delle illusioni, quando le premesse sono promesse, quando le finestre delle case sono aperte e si sente la vita pulsare e uscire. Si percepiscono suoni e profumi che normalmente non si sentono.

Fra i miei suoni preferiti che arrivano dalle finestre aperte mentre passeggio per la città ci sono:
i piatti mentre si apparecchia o sparecchia e il rumore di posate sulla ceramica,
la sigla del telegiornale, da quando non ho più la tv,
il neonato della casa di fronte che fa sentire la sua voce,
il suono del pianoforte o di altri strumenti di chi prepara esami o studia musica,
i sospiri e i gemiti di chi fa l’amore,
le discussioni fra fidanzati,
le urla gioiose di bambini che giocano,
chi canta,
chi ripete ad alta voce per gli esami universitari,
il gruppo di amici che guarda la partita,
il gruppo di amiche che guarda la partita e si lamenta dei fidanzati.

E i vostri suoni preferiti quali sono?

No Comments

Post a Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

})(jQuery)