Top

Hollysuq

pixel artwork made of REAL PEOPLE by artist Craig Alan

Hollysuq

Questo racconto è stato premiato da Repubblica di Genova con un viaggio in Tunisia. Scritto a giugno 2009.

Genova è già sempre un po´ un suq, figuriamoci quando c´è Suq. In quei giorni la città amplifica la sua vocazione di porto, scambio, intreccio e contaminazione fra popoli, culture e sapori diversi. Sono curiosa, vengo da Torino, prima volta a Suq.

Oggi, sabato 13 giugno 2009, sono venuta qui perché mi piace l´atmosfera che si respira. Gironzolo per i carrugi quando un negozio di mobili bio cattura la mia attenzione. Soprattutto lei mi colpisce: una gigante faccia di Marilyn Monroe mi guarda ingenua e maliziosa da un paravento piegato in tre. Irresistibile. È alta almeno 2 metri, piegati, i pannelli sono di 40 cm, non è pesante ma certo non è comodissima da trasportare, soprattutto perché sono venuta in treno. Ma è così bella che non ci penso. Fatto. Compro senza indugi e via verso Suq. Prendo Marilyn sottobraccio. Mi sembra di essere finita in una comica di Stanlio e Ollio. Vicino al Duomo incontro la processione del Corpus Domini: forze dell´ordine, autorità, fedeli e curiosi. Non manca nessuno. Isso Marilyn sulla testa, ma quanto pesa? Barcolliamo. Per fortuna l´attenzione è concentrata sull´ostensorio che sta arrivando fra canti e incensi e noi passiamo quasi inosservate.

Eccoci a Suq al porto antico. Marilyn ed io ci facciamo largo tra la folla passando in mezzo a macedonie di frutta tropicale, collane colorate, falafel, sete indiane, spezie inebrianti, dolci arabi, datteri e bissap senegalese. Eccoci arrivate alla lezione di Chef Kumalè sulla paella. Perché Marilyn stia in piedi da sola sono costretta ad aprire il paravento. Mi sembra di vederla muovere il naso e chiudere gli occhi come quando si sente un profumo speciale. Deve essere Suq che fa volare la mia fantasia. Chef continua la lezione ma il pubblico foltissimo guarda lei. Guardo anche io. Non ci credo, ha le labbra sporche di zafferano. Potrebbe diventare il manifesto della prossima edizione di Suq. Guardo meglio. Marilyn si passa la lingua sulle labbra e il giallo sparisce, poi mi fa l´occhiolino e si rimette in posa. Magia di Suq, dove tutto è possibile.

http://genova.repubblica.it/dettaglio/articolo/1664855

pixel artwork made of REAL PEOPLE by artist Craig Alan

No Comments

Post a Comment


})(jQuery)