Top

Dalla Gallia alla Galizia. Giorno 10: fascino pre-romanico e medievale.

santa maria del naranco

Dalla Gallia alla Galizia. Giorno 10: fascino pre-romanico e medievale.

Oviedo è una bella città: elegante, vivace, dinamica. Woody Allen l’ha scelta per girare Vicky Cristina Barcelona. Ha angoli da cartolina della Spagna, negozi e musei. Mi sembra un bellissimo posto dove fare un Erasmus.
La Cattedrale è molto bella e conserva due antiche croci, fra cui quella dorata simbolo delle Asturie. Molto bella anche la collezione del museo di Bellas Artes con fiamminghi, italiani ma soprattutto spagnoli: Picasso, Dalì soprattutto.
Intorno a Oviedo ci sono alcune chiese preromaniche, del X secolo, di una bellezza sconcertante: Santa maria del Naranco, San Miguel de Lillo e San Julian de lo Prados.


Passiamo da San Vicente de la Barquera, cittadina di mare fra surfisti e onde, andiamo a Comillas, paesino medievale molto carino e molto curato, famoso soprattutto per le opere moderniste e neogotiche.
La cosa più sorprendente è il Capricho di Gaudì, una casa che sembra anticipare l’opera dell’architetto: piastrelle di girasoli perché la casa è concepita per cambiare ruolo a seconda del movimento del sole. L’aspetto è da fiaba e la torretta-minareto a linee spezzate sembra il camino di una strega.
La sera partiamo per Santillana del mar, che non è sul mare. Bel paesino medievale superaffollato e pedonale. Le auto possono passare solo quando si risiede in un albergo del centro, come noi. La Cinquecento gialla che passa fra la folla, senza altre auto intorno ci fa molto sorridere e un po’ ci sentiamo come Troisi e Benigni in Non ci resta che piangere.

No Comments

Post a Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

})(jQuery)