Top

Asparagi gobbi: come cuocerli senza spezzare le punte e senza attrezzi

asparagigobbi

Asparagi gobbi: come cuocerli senza spezzare le punte e senza attrezzi

Asparagi

Si sa. La necessità aguzza l’ingegno. Nella mia casa temporanea, di pochi giorni la settimana, ho solo due pentole: un bollitore e una padella.

Come cuocere gli asparagi? I più raffinati usano l’asparagiera con dentro il cestello, meravigliosa ma per pochi; alcuni usano la pescera, sdraiano gli asparagi e li lasciano bollire; i più di arrangiano con varie tecniche.

Io ho sperimentato il bollitore. Ovviamente le punte sporgono fuori dall’acqua. Risultato: la prima volta ho mangiato code cotte e punte crude o appena ammorbidite dal vapore. La seconda ho piegato un po’ gli asparagi con la forchetta, e in questo modo, le code si sono cotte bene e le punte, appena immerse e per poco tempo, sono rimaste croccanti senza spezzarsi. Fantastico.

Asparago gobbo. Asparagobbo.

L’unico difetto è che l’asparago si ingobbisce un po’, imitando il suo parente cardo gobbo. D’altra parte questo maggio piovoso sembra più stagione di cardi e bagna cauda che di freschi, dissetanti, primaverili asparagi.

Da provare.

4 Comments
  • ALia

    Un consiglio
    Se lo ha, può utilizzare il microonde.

    26 maggio 2013 at 17:53 Rispondi
    • francesca

      grazie del suggerimento. Probabilmente è un’ottima idea.
      Non ho il microonde. Non mi piace il sapore che assumono i cubi dopo esserci passati dentro…

      26 maggio 2013 at 17:58 Rispondi
  • ALia

    Se si riscaldano i cibi le do atto.
    Se si cuociono è differente.

    26 maggio 2013 at 18:27 Rispondi
    • francesca

      Non ce l’ho proprio. Però ho sentito che molte verdure vengono benissimo: dai peperoni alle melanzane…
      grazie

      26 maggio 2013 at 18:45 Rispondi

Post a Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

})(jQuery)